Molti degli strumenti di finanza agevolata sono rivolti in via esclusiva o privilegiata alle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI).
Per imprese autonome (non collegate od associate ad altre imprese) l'identificazione della classe dimensionale é relativamente semplice:
  • La Microimpresa: occupa meno di 10 persone, realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore ai 2 milioni di euro;
  • La Piccola impresa: occupa meno di 50 persone, realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore ai 10 milioni di euro;
  • La Media impresa: occupa meno di 250 persone, realizza un fatturato annuo non superiore ai 50 milioni di euro oppure un totale di bilancio annuo non superiore ai 43 milioni di euro.
  • Imprese eccedenti i parametri di Media impresa sono classificate come Grandi Imprese (GI)
  • Tra le Grandi Imprese costituiscono un raggruppamento particolare le cosiddette MidCap, ovvero imprese con meno di 3000 dipendenti, che a volte sono assimilate alle MPMI come soggetti eleggibili
Per imprese non autonome il calcolo è più complesso poiché la suddetta classificazione dimensionale si applica tenendo conto anche dei dati delle imprese collegate od associate.

La guida allegata contiene tutte le informazioni per determinare la classificazione dimensionale di un'impresa in base alla normativa europea.
Naturalmente potrete sempre contattare il nostro studio sottoponendoci la Vostra situazione per un approfondimento sul tema.


Nota:
I dati per il calcolo dei parametri dimensionali sono riferiti all'ultimo esercizio contabile chiuso. Per imprese di nuova costituzione, il cui primo esercizio non sia ancora stato chiuso, i dati sono oggetto di una stima ad esercizio in corso.
Per "totale di bilancio" si intende il totale attivo dello stato patrimoniale riclassificato.
Gli "occupati" sono calcolati come ULA (Unità Lavorative Annue). Vedi la definizione sotto allegata per maggiori dettagli.



Ċ
Fabio Turra,
15 mar 2012, 10:15
Ċ
Fabio Turra,
15 mar 2012, 10:16